Concorso Internazionale di Architettura del Paesaggio Flormart Garden Show 2016- Sezione2- 1°classificato

Progetto di un giardino temporaneo da realizzare all’interno del quartiere fieristico.

progetto finalista esposto in Galleria 78 a PadovaFiere

Team di Progettazione:
Antonio Sarto architetto
Giorgia Saini architetto 
Luigi Favero urbanista
Elio Armano scultore
Prosdocimo Terrassan architetto fotografo
Salvatore Gentile studente di architettura
Vittoria Sarto dottore in scienze dell'architettura
Andrea Bernardi consulente  energetico

 

…”del tutto ab-reale, dei tre coni o piramidi come tal volta si vedono al lato sud dei colli Euganei da Este verso Vò . Figure di un verde sabbioso eppure tenue contro il cielo azzurro pallido … Grido di lontananze, di silenzi a milioni di anni …”
Andrea Zanzotto

1
 
La superficie dedicata al giardino è composta da un’area quadrata affiancata da due percorsi lignei; la tecnologia adottata è quella dei “tetti verdi attivi” in una visione strategica di rigenerazione urbana.
Il letto d’appoggio del giardino è composto da, previo posizionamento di opportune guaine, uno strato di elementi di drenaggio ed accumolo idrico contenuti da un cassero esterno in legno, una stratigrafia di ghiaia e sabbie vulcaniche, sopra la quale poggiano le forme coniche di terra atte a custodire le composizioni vegetali di piante migranti e autoctone. Sui due percorsi esterni verranno installati dei vasi contenenti l’acqua necessaria alla vita delle piante poste sul “colle”; la loro altezza su una stele in metallo, attraverso un collegamento opportunamente istallato nella stratigrafia a terra, consentirà l’irrorazione delle sole piante per il principio dei vasi comunicanti.
 
2
 
Le sezioni dei sei “colli” avranno dimensioni variabili in funzione dei paesaggi ipotizzati; sono realizzate con struttura in mattoni crudi e successivamente modellati con spalmatura finale di terra argillosa liquida. Sulla sommità un vaso in cotto potrà contenere le piante decorative del giardino. Il vaso collegato con una guaina
al percorso ligneo troverà l’acqua necessaria alla vita delle piante in un secondo vaso in cotto posto ad opportuna altezza sul bordo del giardino.
 
3
 
Il verde pensile valorizza l’immagine della città, l’ambiente abitativo e lavorativo e viene percepito con una sensazione di maggior benessere.
Proprio per questo l’architettura urbanistica e paesaggistica impiega le tecnologie del verde pensile come elemento creativo.
Possiamo affermare che soprattutto il verde è carattere formale e tecnologico del progetto di rigenerazione urbana contemporanea.
 
4
 
Il giardino proposto è artificiale; la materia principale usata è la terra con la quale sono state modellate plurime soluzioni formali.
Il paesaggio proposto è come il colle che guarda da tutte le parti... Il paesaggio è quindi plurale.
 
5
 

 

giardino pad.2
 
 
giardino esposto